Quando abbiamo bisogno di un encoder? E di un freno?

Pubblicazione: 1 luglio 2022 00:00
Argomento: News
Quando abbiamo bisogno di un encoder? E di un freno?

L’encoder, sia esso incrementale o assoluto singolo/multigiro, è un componente fondamentale del motore passo passo o motore brushless: esso, infatti, permette di conoscere la posizione reale del motore durante tutto il profilo di movimento.

Quando, per diverse cause, viene a mancare l’alimentazione generale, riuscire a garantire il mantenimento della posizione del motore e, soprattutto, garantire la sicurezza dell'applicazione è non solo importante ma fondamentale; è il freno, in questo caso, ad entrare in gioco.

Noi, per garantire allo stesso tempo sicurezza e mantenimento della posizione del motore, vi proponiamo una vantaggiosa soluzione, unica e compatta: un motore passo passo (o brushless) ad alta efficienza con freno ed encoder incrementale integrati.

Questo specifico tipo di motore è disponibile nelle taglie NEMA 17, NEMA 23, NEMA 24 e NEMA 34, nelle versioni Protezione IP40 con cavi uscenti e Protezione IP65 con i più comuni connettori industriali (connettori M12 etc.).

L’encoder incrementale, da 1000 ppr di risoluzione e con una tensione di alimentazione 5 [Vcc] ~ 5 [Vcc], o l'encoder assoluto multigiro senza batteria 5 V con interfaccia BiSS-C o SSI, si aggiungono ad un freno montato di default posteriormente -quest’ultimo di potenza proporzionale alle dimensioni ed alle caratteristiche del motore.

Volete saperne di più?
Trovate maggiori informazioni tecniche a questo link

Contatti Newsletter